Ancelotti:

Ancelotti: "La responsabilità è mia, serve confronto con la squadra. C'è unità di intenti per uscire da questo periodo delicato"

Notizie | 01/12/2019

"Sono l'allenatore e mi prendo le responsabilità di questo momento, chiederò un confronto con la squadra". Carlo Ancelotti commenta così la sconfitta del Napoli contro il Bologna.

"Non riusciamo a mantenere costanza, attenzione e concentrazione. Dopo Liverpool ci aspettavamo ben altro come prestazione".

"Il periodo negativo in campionato sta diventando lungo. Abbiamo sempre la convinzione di risalire poi però in campo non dimostriamo il nostro valore".

"Certamente le scelte sono mie, ma parlerò con i ragazzi per comprendere di cosa abbiamo bisogno. Se i giocatori mi aiutano sarà bene, altrimenti deciderò il da farsi personamente".

"Forse ci serve cambiare, può darsi che ci debba essere un cambio anche di atteggiamento tattico, dovrò valutare tante cose perchè il periodo non felice si sta protraendo troppo".

"In Champions abbiamo un rendimento alto, in campionato non ci riusciamo. Bisogna trovare assolutamente costanza di rendimento".

"Io mi prendo gran parte delle responsabilità, come  giusto che sia, ma in campo ci vanno i calciatori e a loro chiederò di più di quello che hanno fatto vedere soprattutto stasera".

"Con la Società ci confrontiamo tutti i giorni, c'è dialogo continuo. Siamo tutti uniti, c'è unità di intenti tra me, la squadra e soffriamo insieme in questo frangente di stagione. Viviamo un momento delicato e dobbiamo risolverlo assolutamente in qualsiasi modo"